Ricerca libera
20-03-2021
La digestione
La digestione inizia nella bocca?
Il sistema digestivo è costituito dagli organi del tratto gastrointestinale. La trasformazione degli alimenti nel tratto gastrointestinale comporta l`ingestione, la digestione meccanica, la digestione chimica, la propulsione, l`assorbimento e l`eliminazione. Fame e appetito lavorano insieme per preparare il tratto gastrointestinale a digerire il cibo. Il sistema nervoso stimola il rilascio di succhi digestivi in preparazione per il cibo che entra nel tratto gastrointestinale, e a volte si verifica qualche movimento involontario comunemente chiamato "morsi della fame." La masticazione inumidisce il cibo e meccanicamente lo scompone in pezzi più piccoli e più i denti tagliano e macinano i diversi alimenti, più la superficie degli alimenti è esposta ai succhi digestivi in bocca. Uno di questi succhi digestivi è la saliva, secreta dalle ghiandole salivari. La saliva permette l`inizio della digestione chimica dei carboidrati attraverso l`azione dell`amilasi salivare, un enzima digestivo. L`amilasi salivare è solo uno dei tanti enzimi che aiutano il corpo a digerire gli alimenti. Un altro enzima attivo nella bocca è la lipasi linguale, che è secreta dalle cellule della lingua durante la masticazione e inizia la decomposizione dei lipidi. Le amilasi aiutano nella digestione dei carboidrati, le lipasi sono coinvolte nella digestione dei lipidi e le proteasi aiutano a digerire le proteine. La saliva contiene molti altri componenti, tra cui: - Bicarbonato, che aiuta a neutralizzare gli acidi - Muco, che idrata il cibo e la cavità orale, permettendo al cibo di muoversi facilmente lungo l`esofago - Anticorpi, proteine che ci difendono contro i batteri che entrano in bocca - Lisozima, un enzima che inibisce la crescita batterica in bocca e può aiutare a prevenire la carie dei denti. Ovviamente, la digestione che si verifica in bocca non è sufficiente anche perché il cibo non vi rimane per molto tempo e perché i più potenti prodotti chimici digestivi sono secreti più avanti nel tratto gastrointestinale.